La notte dell’Europa

È un’umanità respinta, più e più volte, quella che affiora dalle fotografie di Andrea Gabellone, raccolte nella mostra “La notte dell’Europa”, allestita negli spazi del Castello Carlo V, promossa e finanziata dal Gus (Gruppo umana solidarietà). Quando il fotografo e giornalista d’inchiesta si recò sul confine tra la Bosnia e la Croazia, dove i migranti tentano di entrare in Europa, e realizzò il suo reportage era il 2019 e, a distanza di due anni, quel crudele “game”, così come i migranti chiamano amaramente il tentativo di superare la frontiera, si è spostato anche tra la Polonia e la Biellorussia. L’obiettivo di Gabellone si sofferma sulle condizioni disumane dei migranti facendo della fotografia un atto di denuncia, e non indugia mai nella morbosa ripresa della dispera- zione, nell’intimità dello sconforto o della paura. Il suo sguardo è nitido, reale, come la situazione sempre più grave che l’Unione Europea non è in grado di affrontare tra divisioni, ipocrisie e muri. Le foto rivelano l’esperienza vissuta sul campo, un certo modo di muoversi e quel “codice etico”, e umano, dei reporter che non privano mai i soggetti della propria dignità.

La mostra è visitabile fino al 7 gennaio.

Orari: dal lunedì al venerdì 9-21; sabato e domenica 9.30-21.

Info: 0832/246517.

Caratteristiche dell'appuntamento

Inizio 02-01-2022 9:00 am
Luogo Castello Carlo V
Categoria Mostre

Mappa località